Una pazzia estrema in Giappone - Mao Sugiyama

Scritto da 

Mao Sugiyama è un artista giapponese che è definito come "asessuato"

I suoi genitali secondo Mao, non sembrano una parte vitale del suo corpo infatti decise di scrivere sul suo profilo di Twitter il seguente messaggio: "Io offro i miei genitali (pene, testicoli e scroto) come cibo per 100.000 yen. e chiede a gli eventuali acquirenti di definire il luogo scelto da loro stessi".

La risposta di particolare interesse è stata rapida e di sei persone, (le cui identità non sono state divulgate), con espresso interesse nel cercare queste delizie. Il pranzetto, infine, ha avuto luogo il 13 aprile a cui hanno partecipato  cinque delle sei persone che avevano firmato che hanno pagato 250 dollari per gustare le prelibatezze. Sugiyama ha consegnato il tutto allo chef il quale, ha cotto i genitali e aromatizzati con funghi e prezzemolo, come riportato in The Huffington Post. Questa storia di Sugiyama Mao ha suscitato grande scalpore in Giappone, dove a quanto pare non c'è una legge che vieta il cannibalismo.

master caffe

Moderatore e expert blogger di TamTamCaffe.com Cultura Divertimento Passione Condivisione


Sito web: www.tamtamcaffe.com
Aggiungi Commento

Persone in questa conversazione

SEGUICI SU

Newsletter

Le migliori notizie della rete nella tua E-MAIL

Notizie

L'essere focosi avvolte è rischioso - Perugia L'essere focosi avvolte è rischioso - Perugia I rapporti più imbarazzanti sono quelli fra familiari, ovviamente quando si scoprono.
Gli arresti più spettacolari, in costume (FOTO) Gli arresti più spettacolari, in costume (FOTO) Essere arrestati in modo veramente stravagante, in costume da super eroe o da personaggio di fantasia...
Spot "Porno Hub" censurato dal Super Bowl 2013 Spot Uno spot di un sito a luci rosse … adorabile nella realizzazione. Perché ? Guardate il video.
Shadow il cane volante - Un cane a lezione di volo (foto) Shadow il cane volante - Un cane a lezione di volo (foto) Come è noto i cani hanno paura del vuoto e delle grandi altezze, ma parliamo in modo generale, perchè...